io mamma · Senza categoria · Vita da mamma; io mamma

Io. Vittima di bullismo

bullismo-verbale-1
immagina tratta dal web

Sono anni che penso se scrivere o meno questo post.
Sono anni che leggo post contro il bullismo.
Sono tutti post molto belli e pieni di buoni propositi.
Però mi chiedo sempre tu che hai scritto questo bel post da che parte eri alle scuole medie?
Perchè ti assicuro che se eri dalla parte di quelle carine o comunque dalla parte di quelle che si sapevano difendere TU di bullismo non ne sai assolutamente nulla.
Senza offesa, sia chiaro.

Se a voi non hanno mai dedicato Brutta di Alessandro Canino non potete capire come ci si sente.

Scherzandoci su, ne avevo parlato qui

“C’è da dire che ho frequentato le scuole medie tra la fine degli anni 80 e l’inizio degli anni 90.
La moda non giocava a mia favore.
Il mio fisico di bambina idem.

I jeans stretch mi andavano larghi.
I denti spezzati (in quinta elementare ero caduta dalle scale e il dentista si ostinava a non volerli ricostruire).
I baffetti che mia madre mi faceva decolorare con l’oxy rapid e quindi sembravo Marco Columbro con i baffi biondi.
I capelli stirati alla meglio con il risultato che sembravo Mafalda con il doppio codino e il frontino a pois fucsia e nero imbottito.
Diciamocelo ero un discreto cesso.
Come se questo non fosse già abbastanza (non c’è mai limite al peggio) ero timidissima, non conoscevo una sola parola in napoletano ed ero una secchiona (ero quella che entrava sempre).
In pratica ero Elias e Tisini messe assieme”
Nonostante tutto, io non lo so come si può prevenire il bullismo.
So solo che sarebbe stato piacevole se qualcuna delle “sedicenti amiche del tempo” avesse preso le mie parti invece che schierarsi con i “più forti”
E mi chiedo davvero se oggi siano in grado di insegnare l’arte della gentilezza ai loro figli.
Non sarò la madre migliore del mondo però so che alle mie figlie cerco di insegnare dei valori assoluti
– il rispetto per gli altri (non si usano le mani per nessun motivo al mondo)
– chiedere sempre per favore e ringraziare subito dopo
– non prendere in giro nessuno per nessun motivo al mondo (neanche per una caccola fuori posto)
– prendersi cura dei più deboli
Cara ragazzina,
che forse per sbaglio sei finita sul mio blog, lo so come ti senti
Non ti posso aiutare (però se vuoi scrivimi e magari posso darti qualche dritta) , ma posso dirti che è solo una fase.
Passerà.
E tra qualche anno rincontrerai quelli/e che oggi ti prendono in giro.
Tu sarei diventata una ragazza bellissima e sicura di se.
Loro avranno viso e fianchi già troppo vissuti.
E ti assicuro scoprire che oggi, la ragazzina carina delle medie è diventata un discreto cessetto, ti regalerà una grande piccola soddisfazione

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...