collaborazioni · io donna · io mamma

Chiamarlo AMORE non si può

C’è questa canzone che mi suona nella testa da quando l’ho ascoltata.
Non riesco a smettere.
Mi lascia pensare.
Riflettere.
Penso che forse io mi sono trovata solo dalla parte giusta della strada.
Ho vissuto nella mia vita precedente un amore malato, morboso, geloso eppure mai fisicamente violento.
Volevo lasciarlo e non sapevo come fare.
“Nessuno mai ti amerà come ti amo io” mi diceva
Forse aveva ragione.
Mi amava in modo assoluto, ma io non amavo lui.
Anche lasciare è un gesto d’amore.

“Ti meriti di più” gli dicevo.
Si meritava una ragazza che lo amasse nello stesso modo in cui Lui amava me.
Una ragazza che forse non voleva mettere in cima se stessa prima di chiunque altro.
Una che da grande voleva fare solo la moglie e solo la mamma.
Non sono mai stata io.

“Se mi lasci ti uccido”
Sono parole dette di certo per rabbia.
Perdere l’oggetto del proprio amore è un dolore fortissimo al cuore e allo stomaco.

Erano i primi anni in cui si cominciava a sentir parlare dei delitti passionali.

“Non mi puoi lasciare”
“Si, che posso. Anche se vivessi solo altri 15 minuti vivrei solo per me” 

Non c’entra niente questa storia con questa canzone.
Eppure mi chiedo quante donne si illudano che uno schiaffo sia amore.
I lividi non lo sono mai.
Le urla troppo forti non sono mai un gesto d’amore.
Le vessazioni psicologiche non lo sono.
Non lo è la gelosia ossessiva e non lo sono neanche i piatti rotti.
Sono amori malati.
Anzi no, non sono amori.

Devo ricordare di insegnarlo alle mie figlie.
Lo vedono nei miei gesti e soprattutto in quelli del padre.
Il rispetto per una donna, l’AMORE per una donna  non si misura mai con gesti violenti.
Hanno un buon esempio.
Per fortuna.

Però se l’amore è cieco dobbiamo proteggerle da chi non saprà amarle come facciamo noi in casa.

Scarica il brano ed aiuta WeWorld con un aiuto concreto alle donne vittima di violenza:https://itunes.apple.com/it/album/per…
Una parte dei proventi sarà destinata a WeWorld, una Onlus  che lavora da oltre 15 anni per difendere i diritti di donne e bambini in Italia e nel mondo. In particolare in Italia opera attivamente in azioni di contrasto alla violenza contro le donne con progetti di sensibilizzazione e concreti sul territorio. 

Questo post  è offerto da Delice.
Anche insegnare l’amore è proteggere i nostri figli

Annunci

One thought on “Chiamarlo AMORE non si può

  1. Ciao gemma è’ da poco che ti seguo …..infatti non sono nemmeno sicuro che questo sia il modo giusto per lasciare commenti…..
    Il tuo blog mi piace e penso che diventerò anche io un tuo fan….
    Si hai capito bene sono un uomo…..ma lo stile del tuo scrivere e quello che dici mi affascina sempre…..
    In particolare ho sentito il bisogno di commentare quest’ultimo tuo post…in riferimento all’amore assoluto che si trasforma in sbagliato….e alla tua esperienza personale….
    Mi hanno colpito le parole “nessuno ti amerà mai come ti amo io”
    Perché anche a me ultimamente è’ capitato di dirlo;
    Anche io mi trovo a 42 anni innamoratissimo di una donna e questa cosa mi ha fatto diventare come un ventenne alla sua prima cotta….
    Le scrivo poesie , canzoni , le regalo fiori…..la penso sempre , quando sento la musica in macchina….e spesso l’idea che non possa essere mia mi fa impazzire e piangere allo stesso tempo…….insomma mi sento un po’ ridicolo.
    Però ti posso dire che mai potrei pensare se dovessi perderla di ucciderla .
    L’idea che possa essere di qualcun’altro mi spacca il cuore e mi fa salire la rabbia….ma alla fine se questo volesse dire renderla felice , serena, lo accetterei anche se vorrebbe dire morire dalla rabbia e dal mal di stomaco…….
    Credo che questo sia amore assoluto….combattere con la consapevolezza di poter perdere……..
    Grazie per il tuo blog è ancora complimenti.

    Paneecerase

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...