desperate housewives

Cose che uso per pulire

Devo ammetterlo.
Nei negozi che vendono detersivi io ci sguazzo manco fossi in profumeria.
Cioè, sguazzo pure in profumeria, ma quegli scaffali pieni di cose per pulire mi attirano sempre di più.
E sebbene io tenti di pulire inquinando il meno possibile in realtà non riesco ad evitare di acquistare detersivi.
In genere ne acquisto sempre di nuovi.
Sono alla ricerca del prodotto perfetto.
Quello che ha un ottimo rapporto qualità prezzo.
Quello che smacchia in un attimo le macchie di fangoerbasugochupachupcioccolata che si depositano chissà come sulle magliette delle bambine.
Quello che igienizza.
Che fa un bianco che più bianco non si può.
Quello che mi fa pavimenti superbrillanti.
Quello che non lascia aloni.
Quello al profumo di freschezza alpina d’estate e quello che ha tutto il profumo dei gelsomini che mi fa tanto primavera in pieno dicembre.
Vado in fissa.
Nonostante però le mode del momento ho i miei detersivi del cuore.
Quelli che non puoi non avere (del tipo  senoncelhainonseinessunosenoncelhainonseiunazozzosa)
E quelli che mi autoproduco da sola (i miei pavimenti lavati con l’aceto e con il tea tree sono stupendi)

In rassegna la top 3 dei detersivi irrinunciabili.
Quelli che devono esserci per forza in casa.

Candeggina.
Classica, blu, verde o delicata.
Una c’è sempre.
La uso per disinfettare il wc.
Lavare gli esterni di casa e si qualche volta pure per smacchiare le divise della scuola o le magliette delle bambine.
Ne metto un po ‘ su un batuffolo di cotone, tampone e la macchia sparisce.
Della candeggina mi fido più del rosa.
Certo sui capi colorati non si può usare.

Sgrassatore.
Prodotti del cuore: Rio casa mia all’aceto o il Bref sgrassatore brillante (quello con la confezione verde)
Non so i vostri coinquilini, ma in casa mia le maniglie sulle ante dei pensili in cucina sono un’optional.
In fondo perchè usarle se puoi chiudere direttamente appiccicando la mano sull’anta (meglio se bagnata o sporca di fruttolo) ?

Spray vetri
Chi di voi ha figli lo sa che avere i vetri delle finestre e dei balconi splendenti è un’impresa titanica.
Io dico che li pulisco per sport.
Prima o poi imparerà anche quella piccola che appiccica il naso (col muco) al vetro non è poi un gioco così divertente.
Intanto pensatemi e sappiate che ho anche il tavolo di vetro.
Ecco, se non avete ancora figli (ma ne volete) e dovete arredare casa: non compratelo.
Lo maledirete (e pulirete) tutti i giorni della vostra vita almeno 3/5 volte al giorno.

E voi avete il vostro prodotto del cuore per pulire?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...