io · masterchef · ricette

Il riso venere: #masterchef a casa mia

Siate sinceri: quanto vi ho rotto (le palle) con Masterchef e Carlo Cracco?
Tanto lo so.
Però se anche a voi piace Masterchef non potete negare di provare una cerca invidia per i piatti che presentano i concorrenti.
Esclusi i mappazzoni gli altri piatti sono uno spettacolo per gli occhi.
Sono buoni anche se non possiamo assaggiarli vero?
Io comincio a sentire il bisogno di avere un coppapasta
                                                 
Purtroppo nei negozi di casalinghi che sono vicino casa mia non li vendono ancora (voi ce l’avete? dove l’avete comprato?)
Adesso quando cucino mi piace anche pensare a come impiattare.
Le sperimentazioni culinarie sono per la domenica (è il giorno in cui ho un po’ di tempo in più per cucinare) e ieri mi sono lanciata nella preparazione del riso venere (che non ho mai mangiato prima di ieri)
Del riso venere mi è piaciuto subito il colore.
Mi ha fatto pensare all’Oriente: infatti ho scoperto che è un incrocio del pregiato riso nero asiatico con una variante di riso della pianura padana.
Purtroppo tutte le ricette che ho trovato aveva i gamberi o gli scampi tra gli ingrendieti (prodotti che non angio ancora causa allattamento prolungato e pare infinito della piccola Greta) quindi mi sono inventata io la ricetta.

Ingredienti:
1 porro,
olio evo,
una zucchina grande,
2 o 3 calamari 
3 o 4 pomodori pachino 
1 bicchieri di brandy
300 gr di riso venere 

Per prima cosa mettete su l’acqua, salatela e appena bolle calate il riso venere (ha un cottura lunghissima: 18 minuti)
Pulite i calamari e tagliateli a rondelle e lasciate da parte i tentacoli
Tagliate a rondelle sottilissime il porro e la zucchina.
In un padella piccola mettete olio evo e appena l’olio sarà caldo metteteci metà del porro, un quarto di zucchina e i tentacoli dei calamari, fate friggere bene e salate bene a fine cottura (questo vi servirà per la guarnizione)
In una padella grande mettete l’olio e la parte restante del porro, appena si rosola metteteci le zucchine e appena anche queste saranno dorate calate i calamari.
Tempo un paio di minuti fate evaporare con il brandy e poi appena questo si sarà asciugato un po’ mettete i pomodori tagliati sottili.
Adesso il riso dovrebbe essere pronto, prendete un po’ di acqua di cottura e versatelo nella padella grande, poi scolate e il riso e mantecatelo per almeno 3 minuti.
Visto che non ho il coppapasta ho usato uno dei millemila contenitori per alimenti che ho a casa.
Ne ho scelto uno rotondo e piccolo, poi ho appoggiato il piatto sopra ed ho capovolto il piatto (ok a voi sembrerà una cosa stupida ma io mi sono sentita un genio della cucina)
Guarnite con i tentacoli dei calamari, le zucchine e i porri.
Vi assicuro che farete un figurone 😉
Adesso ricordatevi di dirmi dove posso trovare un coppapasta come si deve

Annunci

6 thoughts on “Il riso venere: #masterchef a casa mia

  1. Ciao! Anche noi appassionati di Masterchef!! Il mio fidanzato ha voluto a tutti i costi l'ultimo libro di Cracco e 2 coppapasta, che non poteva più vivere senza!! Io li ho trovati all'Auchan! Buona giornata, Laura

    Mi piace

  2. Il riso Venere io l'adoro…. se hai poco tempo lo puoi cuocere in 6 minuti con la pentola a pressione. La mia versione veloce è con zucchine, pomodorini e tonno…buonissimo e molto gustoso 😉

    Mi piace

  3. ciao, cucino il riso venere da tempo,(se hai gente lo lessi il giorno prima ed è perfetto)
    mi permetto di dirti: impiatta in piatto bianco e piano prepara una salsa ( zafferano – zenzero – peperoni ) a seconda del condimento del tuo riso , l’effetto e il successo raddoppiano!!!
    prova Roberta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...