#raccontidicasa · collaborazioni · regina della casa

#raccontidicasa panni, capelli e guai non mancano mai!

#raccontidicasa panni, capelli e guai non mancano mai! Vi avviso subito: questo è un post che, sebbene sia sponsorizzato, contiene una grande verità.

Vi dirò quello che nessuna bis-mamma vi dirà mai.
Però la grande verità ve la dico alla fine.
Così dovete leggere tutto il post.
Nel caso qualcuno non lo sapesse ancora io odio stirare.
Davvero.
La cesta dei panni da stirare, tirati ovviamente in malo modo dagli stendini, ha assunto spesso dimensioni epiche.
Una volta, e giuro che non sto mentendo, la cesta dei panni da stirare è diventata più alta di me (ed io sono alta 172cm) 
Ero tentata di darle un nome.
Infatti l’ho chiamata La Cosa.
La Cosa quando arriva a questi livelli di altezza vive di vita propria.
Per fortuna che una volta la settimana, mia madre, mossa a pietà veniva a stirare.
E La Cosa si svuotava giusto il tempo di ritirare il bucato del giorno prima.
E mamma era lì a predicare:
“Panni, capelli e guai non mancano mai”
“Mamma ma che c’entrano i capelli? C’è gente pelata”
“E vabbuò mia “mamma” diceva così”
Un bel giorno mia mamma si è trasformata in una nonna in trasferta e così io e La Cosa siamo rimaste sole.
Ho cercato di stirare il meno possibile.
Mammafelice mi ha insegnato che se stendi beni e pieghi subito puoi evitare di stirare molte cose (anzi lei non stira nulla), ma se quella piccola piange e la grande fa i capricci il tempo di piegare subito non c’è e tocca stirare.
E poi ci sono le camicie di Lui, i miei vestitini e quelli di Giada e adesso anche quelli di Greta.
Per fortuna in soccorso è arrivato Lui.
Il Philips OptimalTemp

Appena arrivato l’ho messo subito sotto torchio ed insieme abbiamo affrontato La Cosa.
                                                   
                                                       
No, non ho impiegato 5 minuti (mica è arrivata la bacchetta magica!!) però in due ore ho concluso la pratica e non ho mai dovuto ricarica la caldaia.
vantaggi:
leggerissimo,
non occorre regolare la temperatura (adoro): si autoregola a seconda del tessuto che tocca.
Ha la funzione eco quindi se resta in stand by per due minuti si spegne da solo (da brava femmina greta odia l’asse da stiro e piange appena lo vede)
Per provarlo c’è stata la processione dei parenti.
Tra suocera e cognati l’ho usato solo due volte personalmente.
L’unica che ancora non l’ha provato è mia madre.
Dimenticavo.
La grande verità?
Da 3 a 4 i panni da lavare e da stirare si sono quintuplicati.
Come è possibile che un esserino che non è neanche alto un metro sporchi così tanto?
Quindi donne pensateci bene.
Dal tunnel dei pannolini, delle notti insonni, delle pappine e delle tette al vento si esce.
Da quello dei panni da lavare e da stirare NO.
O forse sì.
In fondo 10 anni mi sembra l’età giusta per imparare a stirare, no?
Annunci

4 thoughts on “#raccontidicasa panni, capelli e guai non mancano mai!

  1. Io sono della banda di mamme che NON STIRANO,se non in casi rari ed eccezionali.La regola fondamentale è “se ti compri una camicia te la stiri da solo,indi per cui passa alle polo,sono belle,sono comode e per l'ufficio vanno benone!!”. 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...