Giada · Inquilina · io mamma · maternità

Da quando non lavoro

Da  quando non lavoro cioè da quando sono in maternità sono una madre migliore.

Ho più pazienza perchè sono meno stanca.
Stare a casa mentre Giada è a scuola mi consente di dedicarmi a quelle attività casalinghe che in genere faccio la sera dopo il lavoro quindi il pomeriggio ho più tempo da dedicare alla piccola quasi grande.
La mattina l’accompagno sempre io a scuola.
Punto la sveglia alle 7.
Mi preparo.
La sveglio e per le 8.15 usciamo di casa direzione scuola.
Vado a prenderla alle 15.30 e non alle 17/17.30.
Andiamo al parco, facciamo un gioco a casa, rientriamo, facciamo il bagno o la doccia, Lei cena e per le 21 è a letto.
Le metto su un cartone in camera Sua e tempo un quarto d’ora dorme.
Adesso si addormenta da sola.
E’ stato bravo Lui ad insegnarglielo (anche Lui è stato un genitore migliore di me negli ultimi mesi) solo che sbagliava gli orari.
Lasciava che la mattina la Piccola quasi Grande dormisse fino a tardi e così la sera Lei andava a letto troppo tardi.
Non l’avrei mai creduto possibile ma IO senza andare a lavoro mi sento una madre migliore.
E mi sento addosso quello zainetto di sensi di colpa che ho sempre fatto finta di non avere.
C’erano.
Ci sono.
Me ne faccio una ragione.
Li affronto e ci godiamo quello che c’è ora.
Mi impegnerò a mantenere il mio status di madre migliore quando rientrerò a lavoro a settembre.
Perchè è ovvio che ci ritorno subito dopo la maternità a lavoro.
Che la vita da casalinga non fa per me (non si offendano le casalinghe) 
Nel frattempo sul fronte Inquilina faccio ancora sufficientemente schifo:
-nome non pervenuto;
-valigia ancora da fare;
-cameretta ancora da ultimare.
In fondo abbiamo altre due settimane di tempo.
Riuscirò a fare tutto.
Soprattutto tra due settimane l’Inquilina avrà un nome.
Annunci

8 thoughts on “Da quando non lavoro

  1. Vivo la stessa situazione e vedo mio figlio molto cambiato: più tranquillo, con orari più regolari e meno stressanti per tutti. Si, insomma lo vedo anche più felice, e mi vengono i sensi di colpa per avergli fatto fare, fino a ieri, una vita che non amava ma alla quale si adattava, perché la mamma lavora. Non ho alternative per il futuro, se non riprendere il lavoro al più presto, dopo il parto, ma cercherò di fare qualche adattamento che possa andar bene per tutti.

    Mi piace

  2. Vedo che è un sentimento comune alle prossime bi mamme! Anch'io son più serena e a parte questa settimana di varicella e quindi di “casa forzata” mi sento più serena e Meno nervosa, nonostante la mia instabilità emozionale….

    Mi piace

  3. Casalinga non è un termine appropriato secondo me, “mamma” è più che sufficiente: quando i figli sono ancora piccoli è un lavoro a tempo pieno!
    Goditi questo periodo prezioso 🙂

    Mi piace

  4. io abito in Francia e qui i bambini non vanno a scuola il mercoledi e anche io non loro.. più di una volta mi son ritrovata a fare un sacco di cose quel giorno..lavatrici, pulizie ecc tralasciando mia figlia poi mi son resa conto di una cosa..che il suo papà (molto molto presente, é lui che la va a prendere da scuola tutti i pomeriggi) effettivamente quando sta con lei sta veramente con lei e alla fine mi son detta che ha ragione… cerco di concentrarmi di piu su di lei e al diavolo i lavori, si possono fare piu tardi o in un altro momento… quando arriverà il secondo spero di riuscire ad organizzarmi….non ci devo pensare sennò panico!!

    Mi piace

  5. Il nome del mio secondo figlio l'abbiamo deciso solo qualche giorno prima di partorire e sotto minaccia, la mia, verso marito e figlio grande!
    Se si ha più tempo a disposizione si è più rilassate, più pazienti, meno esigenti verso se stesse.

    Mi piace

  6. anche io mi pento di molte cose.. e sono sempre stata a casa con mio figlio.. quindi non fatevi sensi di colpa voi mamme lavoratrici, ognuna di noi ha pro e contro, chi lavora è stanca chi non lavora ha quel velo di depressione e in entrambi dei casi non riusciamo ad esser al 100%..
    io la valigia alla prima gravidanza era già pronta al 7 mese.. ora.. sto provvedendo a comprare l'occorrente per me.. per il nome.. finchè non ne siete convinti.. potrete aspettare

    Mi piace

  7. ciao ho scoperto per caso il tuo blog e mi piace molto
    mi permetto di intervenire per dire che ti capisco, eccome. Dopo la nascita della Mini, sono tornata al lavoro subito dopo il congedo maternità. pensavo di farcela, e invece… arrivare a casa distrutti e stressati, e con la sensazione di perdersi tante cose, e poi la corsa in metro all'uscita del lavoro, gli orari del nido che non corrispondono mai con quelli del lavoro e quindi la necessità di una baby sitter per andare a prenderla, insomma un salasso sia fisico che economico. Dopo un anno ho deciso di mettermi in congedo parentale (senza stipendio), e da ottobre sto con la Mini. Economicament enon nego che sia dura, ma sono molto più felice.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...