#faiilpapà · figli · me · papà · uomini

Fai il papà

Sono giorni che si parla di #faiilpapà.
E sono giorni che penso, a seguito di vicende familiari non personali, che più che Fai il papà ci vorrebbe un Comportati da uomo (uomo in quanto essere umano e non perchè hai un organo genitale esterno)
In famiglia molte zie (tra queste in primis La Zia Bigotta) mi criticano perchè non vivo accanto a mia madre, non mi sono sposata ed ho osato partorire una figlia non legittima e ne porto un’altra in grembo (perseverare è diabolico).
Il fatto che io abbia accanto un uomo che mi rispetta è solo un dettaglio.
Preferiscono lamentarsi dei loro generi che sembrano i discendenti diretti di Fred Flinston (no scusate quest’ultimo è più evoluto).
Dunque riflettevo che molti uomini vivono ancora ai tempi della preistoria.
Dove la loro compagna di vita è solo un essere capace di procreare, pulire, stirare, cucinare e procurargli una tantum una discreta eiaculazione.
Mi chiedo, quindi, ma a gente di questo tipo il concetto di fai il papà può essere inculcato solo previa lobotomia.
Per fortuna non sono tutti così.
Nel mio caso penso che Lui sia un genitore migliore di me.
E per certe cose più presente.
Essendo Lui libero professionista ci mette un attimo a mandare la sua agenda a lucciole.
Io non posso.
E forse neanche ci riesco.
Fatto sta che Lui c’era allo spettacolino di Natale a scuola.
Io no.
E ieri sera quando abbiamo scoperto che Giada aveva la febbre a 39 ed io cercavo di contattare mia madre ha detto:
“Ma non c’è problema resto io qui con Giada. Posso restare anche tutto il giorno”
E stanotte all’una e quaranta si è svegliato Lui per misurarle la temperatura.
Non dico che è il papà migliore del mondo.
E’ il migliore del mondo per Giada.
Questo è quello che conta.
Oggi un collega, curioso sui miei due giorni di ferie (tutti a pensare al megaviaggio) saputo che mi servivano per stare a casa con Giada che da ieri sera ha la febbre alta, mi ha chiesto candidamente:
“Come hai fatto oggi?”
“E’ stata con il papà e nel primo pomeriggio arrivano i nonni”
“L’hai lasciato con il tuo compagno?”
“Sai quella notte eravamo in due a divertirci quando l’abbiamo concepita”

Annunci

9 thoughts on “Fai il papà

  1. il padre e la madre,pur essendo diversi,sono GENITORI..entrambi. entrambi,quindi,possono e devono stare con i figli,accudirli,cambiarli,portarli in giro. sono cresciuta con un padre che mi faceva il bagnetto,si alzava di notte-dicono io non lo ricordo:p-e che,quando ero più grande,mi accompagnava dal medico o a scuola,andava ad udienze e mi correggeva i compiti. la mamma era la mamma,certo,ma per me,davvero,non faceva alcuna differenza..quando mi hanno operaTO si sono dati il cambio e avanti.
    non riesco quindi a capire quelli che “ah ma te la tiene il tuo compagno?che bravo”..(lo dicono spesso ad una mia amica che ha un marito come il tuo compagno)..MA COOOME CHE BRAVO??MICA STA TENENDO I FIGLI DEL VICINO EH-.-

    Mi piace

  2. Per fortuna sembra che il mondo, o per meglio dire, l'italica mentalità, stia cambiando.
    Molto lentamente, certo, ma qualcosa si intravede.
    Gli uomini come il tuo, e come il mio, iniziano a non essere un'estrema rarità.

    Mi piace

  3. io non capisco la parola compagno! mi capita di dirlo anche a me è vero.. molto spesso anche.. ma.. perché lo sento di dire dalla società!
    lui non è il mio compagno. è mio marito, il mio uomo, padre di mio figlio (e se Dio me lo permette anche del secondo che porto in grembo)..
    Il mio anche è libero professionista.. ma.. è come se non lo fosse. lui lavora con suo padre e suo fratello più piccolo, hanno una ditta edile, fanno i muratori.. ma.. suo padre è in mezzo in ogni decisione, non lo fa crescere.. e questo gli impedisce di esserci in eventi importanti come magari le recite.. o il primo giorno d'asilo.. poi cè da dire che è diventato padre a 20 anni.. ma.. sta migliorando in questultimo anno.. però sono comunque contenta così. meglio tardi che mai.. e guai chi gli tocca il suo papà.. loro insieme giocano bene.. io.. sarà che non sono portata per macchinine, gru e trattori.. preferisco fare giochi più manuali.. quindi quando possiamo ci dividiamo i compiti in fatto di giochi per il resto però mi occupo di tutto io.

    Mi piace

  4. Ho letto diversi post in questi giorni su #faiilpapà, quasi tutti scritti da donne, da mamme, qualcuna lamentandosi di un papà troppo assente qualcuna felice di avere accanto un vero padre. E mi è venuto in mente che forse fare il genitore per loro è ancora più difficile che per noi, noi che i nostri bimbi li teniamo dentro per nove mesi, li culliamo per ore magari allattandoli e li teniamo vicini nei primissimi momenti della loro vita. Questo non significa scagionare chi il papà non lo vuol fare ma capire e sostenere chi si impegna per farlo con qualche “scivolone. Fai il papà secondo me dovrebbe essere anche un appello alle mamme per aiutare questi uomini a crescere e diventare papà, perché magari alcuni di loro vogliono farlo ma non in sanno come!
    Un saluto e a presto
    Fra (patamamma)
    Ps se ne vuoi parlarne mi trovi qui: http://www.patatofriendly.blog spot.it

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...