io · scleri

Mettere in fila pensieri disordinati

Sottotitolo 
La televisione fa male. 

Ed io sto guardando troppe puntate di discutibili format televisivi
Avete presente Sepolti in casa?
Ecco dopo aver visto tre puntate, del sopracitato programma, io mi sto trasformando in Bree Van de Kamp.
Casa è stranamente ordinatissima.
Il fatto strano è che mentre metto ordine fuori dentro la mia testa c’è un gran caos.
E’ come se fosse impossibile per me tenere ordine dovunque.
Come se la ragazza che mi aiuta a tenere in ordine il cervello se ne fosse andata in ferie senza avvisare.
Mi impegno a riordinare per non pensare.
Come se il “fare” corrispondesse a “non pensare”.
O semplicemente è che mentre faccio ho tempo di pensare.
Così oggi mentre lavavo i piatti (sì, li ho fatti a mano anche se ho la lavastoviglie: datemi pure della pazza) pensavo al fatto che non ho mai la risposta giusta al momento giusto.
Arriva sempre un attimo dopo.
Quando oramai è troppo tardi.
Ci vorrebbe ogni tanto nella vita un tasto rewind.
Per riportare indietro la vita.
Giusto il tempo di non avere per sempre quel rimorso di non essere stata pronta.
Perchè le parole giuste arrivano sempre un attimo troppo tardi.
Divago come al solito.
Metto in ordine il cervello e ritorno a scrivere cavolate o cose importanti.
Promesso.
In fondo sono sempre quella che prende decisioni importanti lavando le mattonelle del bagno.
Stasera va così.
 
Annunci

10 thoughts on “Mettere in fila pensieri disordinati

  1. @mafalda vero? a me mette ansia. Come ci si può ridurre così?

    @La Solita innanzitutto benvenuta 🙂
    Diciamo che almeno la testa incasinata un effetto positivo ce l'ha anche se preferirei un po' di disordine in più

    Mi piace

  2. Ciao!
    Sono rimasta colpita dal tuo post, io dopo la serie ho avuto gli stessi effetti.
    La cosa che mi ha fatto pensare di più peró non è la lavastoviglie….mi ha colpita la tua insofferenza nel non riuscire (come dici tu) a tenere testa. Io soffro per la stessa cosa….vorrei imparare a non essere sempre insicura e paurosa nel rispondere a chi mi sta intorno.
    Sottolineo infatti che mi è capitato di aprire questa pagina proprio perché cercavo su google “come diventare impassibile come Bree Van De Kamp.
    Un caro saluto, Chiara

    Mi piace

  3. Ciao!
    Sono rimasta colpita dal tuo post, io dopo la serie ho avuto gli stessi effetti.
    La cosa che mi ha fatto pensare di più peró non è la lavastoviglie….mi ha colpita la tua insofferenza nel non riuscire (come dici tu) a tenere testa. Io soffro per la stessa cosa….vorrei imparare a non essere sempre insicura e paurosa nel rispondere a chi mi sta intorno.
    Sottolineo infatti che mi è capitato di aprire questa pagina proprio perché cercavo su google “come diventare impassibile come Bree Van De Kamp.
    Un caro saluto, Chiara

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...