#mammacheblog · fashion · io donna · scleri

Piccolo dizionario di moda per donne poco fashion

C’è da dire che la storia, la mia storia personale, non depone a mio favore.

A 20 ho deciso di tesserarmi al partito.
Non vi dico quale.
Oggettivamente però chi frequenta quel partito si veste sempre male.
Avete capito, no?
Non vi sto a rompere con la politica.
Tranquille.
E’ estate.
Fa caldo.
E in questo momento storico restituirei la mia carta di identità perchè non mi piace più essere italiana.
Non divaghiamo.
Superata la fase anfibi, jeans largo largo e mi vesto come cavolo mi pare ho iniziato un lento percorso di femminilizzazione. (in itinere)
I tacchi sono ancora destinati alle uscite tipo: entro in macchina, arrivo al ristorante, ritorno in macchina.
Le zeppe mi stanno comode.
E mi vesto più o meno bene.
Per me s’intende.
Indosso capi che mi valorizzano (credo).
Ho più o meno un mio stile.
Ovviamente, in quanto donna, cedo anch’io alle tentazioni dei capi moda e cerco di tenermi almeno informata (per questo leggo Alessandra Airò e Sonia Grispo)
Ammetto però che ogni tanto, nonostante il mio diploma come disegnatrice e stilista di moda (non ditelo in giro che mi rovino la reputazione) certe parole non le capisco.
Cerco le immagini su google per capire di cosa si parla o a quale capo/accessorio fanno riferimento – stesso discorso per il make up o vado su Google o chiedo a mia sorella che fa l’estetista)
Così oggi quando ho letto il post Ma come ti vesti mamma blogger? a parte le critiche (e che critiche!!!) non c’ho capito nulla.
Ho deciso quindi di tradurre Enzo Miccio per chi come me è ignorante in materia (so di non sapere. cit.)
Pronte?
Iniziamo:
-jumpsuit = tuta elegante


                                                         

Bangles =  bracciali rigidi insieme grandi
                                                      

Boy friend = (piccola precisazione pensavo si riferisse ad un uomo tipo toy boy) invece sono dei jeans
                                                          
In pratica si portano più alti rispetto alla caviglia e possono essere sia stretti che larghi.
Ah e poi oggi ho scoperto che ci sono delle scarpe che hanno un nome di persone le Melissa.
Sono scarpe.
Di plastica.
                                                     

Adesso tocca a voi.
Ditemi nomi strani di cose di moda.
Ovviamente andrò su google e raccoglierò tutti i vostri commenti per un post.
Che dite riusciremo a tirare fuori un piccolo dizionario di moda per donne poco fashion?

Annunci

7 thoughts on “Piccolo dizionario di moda per donne poco fashion

  1. Mi sono accorta, leggendo il tuo post…che non ne so niente neppure io….e mi son già dimenticata i nomi che hai postato tu….che dici devo studiarmeli?
    Ciaoooooooo

    Mi piace

  2. Ahahaah ho riso di gusto… e ora ti dico perchè. Io e la moda abbiamo litigato appena nate. Mia madre è peggio di me, ma lei guarda Ma come ti vesti e s'incazza come una iena quando non capisce cosa dicono. Tipo…. scarpa con Plateu… e lei dice “Ma cazzo… chiamala zeppa scema!”. Oppure… un giubbino Denim “Porca troia…è jeans chiamalo jeans!”… e via dicendo. Ora, oltre a queste due parole aggiungerei Jabot, che sono i voulant delle camicie, hai presente? Non so nemmeno se si scrive così, ahahahah!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...