bambini che litigano · Giada · io mamma · la stronzabambina

Se la bambina al parco te le da

Dalla mia vita a.f. a quella  d.f. non ho cambiato idea su una cosa: alcuni bambini sono odiosi!

E non ditemi che non è vero.

Davvero, vi giuro, li vedi, li senti parlare due secondi e vorresti già scaraventarli dall’altra parte della strada.
O del muro nel caso in cui l’incontro si svolga in luogo, ahimè, chiuso.
E successo tutto venerdì pomeriggio.
Il leggero senso di colpa per l’uscita serale che mi aspettava (sono andata con un’amica a vedere il nuovo film di Ozpetech) mi ha spinto a portare Giada, armata di monopattino, sul lungomare.
Ci sono anche delle giostrine.
Cadono a pezzi ma qualcuna è particolarmente attaccata alla vita e resiste ancora.
Dunque eravamo alle giostrine.
Un gruppetto di bambine (dall’altezza direi quattrenni) si stava organizzando per fare un girotondo e Giada, ignara dell’arpia presente nel gruppo, si avvicina per giocare.
Ebbene questa stronzabambina la caccia dicendo che Lei non vuole dare la mano a Giada.
Non la faccio dura, in fondo anche la stronza è una bambina, prendo Giada e le dico che era libero il coccodrillo e che si sarebbe divertita di più li sopra (lo so ho fatto la stronza anche io!).
Dopo 5 minuti sul coccodrillo e altri 5 sulla casetta, dove abbiamo conosciuto una quattrenne adorabile, Giada riprende il monopattino e va nuovamente vicino alla stronzabambina che la caccia via dicendo che Lei non gioca con i  maschi (cazzo ha il monopattino e le scarpe rosa coe fai a sbagliarti???).
Giada piange perchè anche Lei e femmina e se la chiami maschietto la prende proprio male.
Le spiego che “Certo Amore che sei femminuccia hai la farfallina non puoi essere maschietto”
La stronzabambina  non contenta prende Giada per la maglietta e la spinge a terra.
Non so chi mi ha fermato ma io a quella (lo so che sto parlando di una bambina) l’avrei presa a schiaffi.
Fortuna è arrivata la madre della bambina che si è limitata a sculacciare la figlia.
Quando siamo andate via Giada mi ha chiesto perchè quella bambina era cattiva e perchè l’aveva spinta ed io ho fatto una cosa che non si fa.
Ho fatto a Giada un po’ di esempi.
Esempio 1: se un bambino ti spinge a scuola lo dici alla maestra.
Esempio 2: se un bambino ti spinge a scuola lo dici alla maestra. Se la maestra non fa nulla lo dice a mamma che lo dice alla maestra. Se non succede nulla rispondi al bambino che ti spinge che poi da grande diventerà un microbo ma non picchiarlo mai anche tu. Perchè non si fa.
Esempio 3: se incontri per strada un bimbo che non conosci che ti spinge o ti fa male e la mamma del bimbo non corre subito TU dai uno schiaffo al bambino.
Esempio 4: se, visto il punto 3, il bambino continua ancora TU chiamami che la Mamma a quel bambino lo fa diventare un microbo.
Annunci

10 thoughts on “Se la bambina al parco te le da

  1. Ti è piaciuto il film?
    Io adoro Ozpetek!
    Ciò detto, per ora le uniche esperienze della Purulla con altri bambini sono col suo cuginetto. Se lui la spinge, lei mi guarda, cerca aiuto, ma io sono dell'idea che debba cavarsela da sola.

    Mi piace

  2. certe bimbe sono proprio cattive edispettose. E' capitato anche a Bimba, l'anno scorso al mare.
    Solo una rispostaccia, niente spintoni o roba del genere, ma Bimba ci rimase male.Capisco la tua indignazione, perché stata anche la mia. Le ho detto che lei non dovrà MAI diventare così. e a difendersi, purtroppo, dovrà imparare da sè.

    Mi piace

  3. Che tema spinoso…! Io mi son trovata da entrambe le parti della palizzata: sconvolta sia quando O ha subito che (per fortuna casi più rari) quando si è comportata da stronza. Sto cercando di insegnarle che i bambini a volte non sono capaci di essere gentili…perchè nessuno gliel'ha insegnato. Non voglio che reagisca fisicamente, ma spero sia capace di farsi rispettare con una bella risposta seria e secca. E' tutto molto difficile… esplorano i propri e altrui limiti, e alcuni bambini secondo me (come sembrerebbe il tuo incontro al parco) sono lasciati allo stato brado proprio su uno dei temi su cui avrebbero più bisogno di guida ed esempi.

    Mi piace

  4. ma io non lo se è giusto dire a un bambino di reagire nello stesso modo.
    Tipo occhio per occhio. dente per dente.
    Però non voglio manco tirare su una bambina remissiva che subisce senza reagire.
    Io ero un po' remissiva

    Mi piace

  5. E' dura. Ma io credo che a lungo termine paghi di più insegnare loro che è più forte quello capace di interrompere la catena. Quindi di non rispondere a offesa fisica con la stessa cosa. Soprattutto perchè se ne trovano uno più forte finiscono comunque col prenderle o in ogni caso qualcuno si fa male…
    Remissivo però nemmeno, sono d'accordo. E allora cerchiamo di affilar loro la lingua, lo sguardo capace di diventare serio e la fiducia negli adulti… che fatica però…!

    Mi piace

  6. in questi casi purtroppo non è per niente facile esser mamma.. il nostro istinto materno ci porta a voler divorare questi stronzetti mafiosetti.. ma.. spesso dobbiamo star zitte ed ingoiare!
    io a mio figlio insegnerò a difendersi spero nel modo corretto! ovvero?? ALZA LE MANI SOLO PER DIFENDERTI!!
    se qualcuno ti spinge.. o ti picchia.. beh.. ringrazialo con lo stesso gesto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! eh eh..

    Mi piace

  7. Innanzitutto se fossi la madre della bambina stronza (e diciamolo! E' proprio stronza!) non mi limiterei ad una sculacciata ma ad una bella sgridata davanti a tutti i suoi amichetti così per la figuraccia vedi che recepisce bene il messaggio.
    Dall'altra parte purtroppo non potremo sempre essere presenti e quindi si, io gli insegnerò che nel caso venga spintonato o altro in presenza di nessun adulto che renda pan per focaccia prima a parole per farlo sentire un verme e se il monello di turno continua che risponda allo stesso modo.
    Per molte mamme sbaglierò sicuramente, ma io sono stata tantissimo presa di mira perchè non reagivo mai e quando mi sono svegliata intorno ai 17 anni (tardino lo ammetto) nessuno ha più osato azzardarsi ad aprire bocca. Essendoci passata vorrei che a mio figlio non succeda perchè ricordo che mi facevo un sacco di paranoie inutili. I bambini a volte sanno essere veramente cattivi, anche più di un adulto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...