io mamma · Ma come fa a far tutto? · scuola · traffico

Countdown

Sono diventata un’esperta in conti alla rovescia.
Countdown è più english e  fa più figo.
Dicevo sono un’esperta in countdown e quando la mattina riesco ad arrivare con 10 minuti di anticipo in ufficio (leggi 8.20 del mattino) mi sento come una che è riuscita a percorrere la maratona di New York in meno di due ore. (giusto per farVi immaginare i livelli di adrenalina)
Inizio dalla sera (anche se sarebbe meglio dire la notte) quando punto la sveglia, quasi sempre dopo mezzanotte, e so che dopo 5 ore e 58 minuti dovrò svegliarmi.
La mattina poi è un fuggi fuggi generale.
Soprattutto se sono io ad accompagnare Giada a scuola.
Perchè alle 7.30 dobbiamo essere, io e la Ciccia, già fuori casa.
Allora dalle 7.30 ho esattamente 30 minuti di tempo per arrivare all’asilo.
Sono circa 5 km in macchina ma la scuola è circondata da altre 6 scuole quindi c’è un traffico bestiale e quando inizio a percorrere “il ponte di ferro” tiro fuori cornetti e amuleti sperando di non beccare 3 km di coda altrimenti sono fritta.
Ore 8: lascio Giada a scuola e parlo rapidamente con le maestre.

TuttobeneGiadaascuola?Ohsichebelloèunabambinatantobuonaeintelligente.Okgraziemillearriverci.Amoredimammadammiunbacinoedivertitiascuola”
Cose che Mary Poppins e il suo supercalifragilistichespiralitoso mi fa un baffo.
Rientro in macchina alle 8.07 minuti. Ho esattamente 23 minuti per superare le 6 scuole arrivare in ufficio.
Ce la posso fare.
Compio il miracolo (traffico e vigili permettendo) e alle 8.29 salgo le scale dell’ufficio.
We are the champions!
Adesso che ce l’ho fatta però ho bisogno di un caffè doppio altrimenti alle 17 non c’arrivo.
Ed è a quell’ora che ricomincia il vero lavoro.
Annunci

13 thoughts on “Countdown

  1. Anche noi la mattina siamo coi minuti contati…la scuola è vicina per fortuna, ma per arrivare a lavoro mi aspettano 45 minuti di traffico…e per uscire in orario la mattina facciamo talmente tante corse che in macchina mi rilasso!!! 🙂

    Mi piace

  2. … mi ricorda qualcosa questo racconto … aggiungici altri due bimbi ed un cambio mezzo (macchina- scooter) perchè altrimenti chi ci arriva al lavoro??
    “Ed è a quell'ora che inizia il vero lavoro”: concordo … e a chi vogliamo darla a bere?

    Mi piace

  3. @pinkmommy mi sbaglio o ci facciamo lo stesso traffico io e te?

    @Alessandra cioè fai tutta sta tarantella con tre bambini? Sei diventata il mio mito

    @Eu ti preparo una camomilla?

    @ilaria e per fortuna che sono in compagnia perchè se fossi sola soletta potrei non farcela. come si dice?Mal comune mezzo gaudio

    Mi piace

  4. Io faccio il contdown come te… Sveglia alle 7 del marito, alle 8 io e Lorenzo. Alle 8.20 massimo siamo in macchina e alle 8.30 a scuola. Entro le 8.40 di nuovo in macchina e alle 9 spaccate in ufficio… Ma te sei piu' brava perché hai piu' variabili, io il traffico trovo sempre quello ormai è testato ci vogliono 20 minuti netti per fare la strada… Per dormire un po' di piu' stringiamo i tempi di levata…

    Mi piace

  5. … mi fa piacere che ci sia qualcuno che fa il tifo per me … eh eh !
    Vuoi il mio racconto in sintesi?
    Generalmente mio marito alle 7 è fuori casa (capita, capita!!, che ogni tanto possa uscire più tardi e quindi riesce a darmi una mano, ma ahimè sono rare le volte) … e alle 7 inizio a svegliare i bimbi: prima il più grande (3 anni e mezzo) – che è il più lento – poi a turno i twins (19 mesi)… l'orario cambia a seconda se abbiamo già bevuto il latte presto (6-6.30) e si siano ri-addormentati o meno (ovviamente meno ne ho svegli contemporaneamente che girano per casa e meglio è!)! Tra le 8.00 e le 8.15 cerco di essere in macchina. Porto i twins al nido, ricarico il grande, e sfrecciamo verso la scuola materna. Rientro a casa volando, lascio giù la macchina, prendo lo scooter e via al lavoro rischiando la vita … e arrivando tra le 9 e le 9.10 (ahimè)! Quando arrivo al lavoro prendo fiato!

    Mi piace

  6. in effetti i vigili sono una bella variabile.
    In genere quando ci sono si blocca tutto 🙂
    Anche nell'ultimo periodo, forse avranno fatto un corso di aggiornamento, riesce a districare matasse di macchine 😉
    Ah dimenticavo la cosa più importante non deve mai piovere altrimenti è la fine

    Mi piace

  7. Sono una “libera professionista” … che è un modo carino per dire che sono precaria, ma almeno ho un orario piuttosto flessibile e variabile durante la settimana e di settimana in settimana che posso giocarmi in base alle esigenze dei bimbi e della famiglia. E con 3 bambini piccoli questa si chiama sopravvivenza !!
    Ho incarichi di consulenza e collaborazione. Ho un incarico più o meno di base in un'amministrazione pubblica (che praticamente è il mio stipendio più o meno fisso) e poi altre cose più o meno impegnative e più limitate nel tempo. Posso finire alle 14.30 come alle 18.30. O finire presto e poi dover lavorare dopo cena.
    Quando finisco tardi per fortuna posso contare sull'aiuto dei miei suoceri soprattutto per il grande. O ricorro a qualche ora di babysitter per i gemelli.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...