figuracce · io · stress

Non c’è due senza tre

Oggi ho dato il meglio di me stessa.

Tre figuracce tre in otto ore.
Mica pizza e fichi.
Perchè certe giornate cominciano così.
Un po’ storte ma anche un po’ comiche.
Ridevo di gusto alla fine.
Forse era una risata isterica.
Di quelle che ridi per non piangere.
Perchè cavolo è giusto un mese che sono rientrata dalla ferie e sto già così.
Alla frutta anzi all’ammacaffè. In direttissima e senza passare dal via.
Cominciamo dall’inizio.
Stamattina non so perchè ma non ho fatto colazione.
Alle 8.40 avevo una fame che avrei mangiato anche un bue.
Decido di chiamare il bar per farmi portare un cornetto alla nutella.
Non chiamo il solito bar ma un altro che li fa più buoni.
Cerco il numero di telefono su internet e chiamo.
Chiedo 5 cornetti per me e i miei colleghi di ufficio.
Spiego dove si trova l’ufficio.
La tipa del bar non capiva e mi ha chiesto vicino a quale negozio fosse il nostro ufficio.
Negozio????? Penso che la tipa stia facendo un uso smodato di sostanze stupefacenti.
Vicino al mio ufficio non ci sono negozi.
Anzi non ci sono negozi nel raggio di tre km perchè siamo in una zona industriale.
Dopo 45 minuti i cornetti non arrivano.
Spazientita ri-cerco il numero del bar. Guardo l’indirizzo e….
Il bar che ho chiamato si trova in un altro paese.
A circa 35 km di distanza da dove siamo noi.
Rido.
Nel pomeriggio in ufficio suona il telefona.
Mi sembra lo squillo di una chiamata interna e rispondo con un simpaticissimo “Ola”
Era la responsabile di un’azienda per la ricerca del personale.
Una di quelle aziende famose a livello nazionale.
Mi sono scusata all’infinito.
Promemoria: se dovessi ricominciare a mandare C.V. a tutto spiano evito i loro annunci.
Mi spedirebbero a pulire i cessi: così non c’è rischio che io risponda al telefono.
Me la rido.
Esco da lavoro e vado a prendere Giada.
La scuola si trova in una zona un po’ defilata.
Non corri mai il rischio di non trovare posto per parcheggiare.
Oggi, invece, parcheggio lontanissimo.
C’è una riunione con i genitori delle elementari e non c’è un posto manco fossi in centro.
Sento lo squillo di un cellulare.
Lo stesso squillo del cellulare aziendale.
Mi guardo intorno per vedere chi fosse il tipo con quello squillo orrendo.
Sono sola.
Un brivido mi percorre la schiena.
Apro la borsa e….
Cazzooooooooooo ho portato con me il cellulare dell’ufficio.
Rido per non piangere.
Annunci

7 thoughts on “Non c’è due senza tre

  1. ragazze e vi dirò di più senza saperlo ieri c'è stata un'altra grossissima figuraccia.
    Riunione a scuola di Giada.
    Lui ha avuto l'avviso e non me l'ha detto.
    Stamattina la direttrice m'ha rimproverata perchè si è accorta che non c'ero 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...