amiche · Giada · io mamma · sensi di colpa

Mamme, lavoro e sensi di colpa

E’ successo alla mia AmicaG.

Il medico Le ha chiesto come si sentiva e Lei è scoppiata a piangere.
Lei di bimbi ne ha avuti due e si sente in colpa perchè sta fuori tutti i giorni fino alle 17.
La mia AmicaI., agente di viaggi, mi ha confessato sabato sera che si sente in colpa perchè rientra ogni sera sempre dopo le 19.
La mia AmicaA. ha declinato il mio invito al concerto dei Negramaro (che è stato posticipato a novembre) perchè si sente in colpa a lasciare la figlia sola per “una” sera con il papà.
La mia AmicaS. non riesce a spostare il lettino del figlio dalla camera da letto alla Sua cameretta. Si sente in colpa a farlo dormire da solo.
Quattro donne.
Quattro storie diverse.
Tutte con lo stesso risultato: il senso di colpa.
Quindi se racconto loro che una volta a settimana vado a fare yoga la sera mi guardano male.
Se dico che ogni tanto sento il bisogno psicofisico di uscire da sola il risultato non cambia.
Il punto è questo: IO NON MI SENTO IN COLPA.
E da loro mi sento lontana anni luce.
Ho bisogno di uno spazio “solomio”.
Ho voglia di andare a lavoro.
Stare in casa tutto il giorno non fa per me.
Ho bisogno di serate con la testa leggera.
Sono cose che mi ricaricano e si lo ammetto torno a casa anche più felice.
Ovvio ci sono momenti in cui mi piacerebbe avere più tempo per la mia famiglia.
Vorrei riuscire a correre un po’ meno e riuscire ad avere sempre la casa perfettamente in ordine.
Vorrei poter lavorare solo 6 ore al giorno e non 8.
Vorrei tante cose.
Per il momento sono felice così….
Annunci

12 thoughts on “Mamme, lavoro e sensi di colpa

  1. non so come sarò io.
    so solo che ora sono una persona che ha estremamente,una tantum,bisogno dei propri spazi.rischio di diventare isterica altrimenti.un aPERitivo leggero,una serata a leggere,la camminata cn il cane…piccoli momenti solo miei che mi fanno stare più serena…e credo,ma nn lo so,che ne avrò bisogno anche dopo.
    credo che lasciare il figlio solo con il padre una sera non sia una cosa per cui sentirsi in colpa,perchè se il padre lo lascia con la madre mica si sente in colpa no?cos'ha di diverso il papà?
    e credo che non potrei mai fare la casalinga..poche balle a me lavorare piace.

    Mi piace

  2. Nonostante tutto, anche se cerco lavoro mezza giornata per stare di più con mio figlio, anche a me piace ogni tanto uscire, anche solo parlare con mia mamma seduta in cortile, leggere 2 righe, farmi una doccia per mezz'ora, spengere l'interruttore “mamma” mi ricarica, anche se non è semplice trovare gli spazi. Quando il babbo c'è, come minimo gli tocca l'oretta col figlio perché la mamma ha bisogno di evadere e questo succede tutti i sabati mattina, lo “spesa/shopping day”, quando esco alle 9 e rientro come minimo alle 12. E lavorare meno, mi servirebbe anche a sentirmi meno in colpa per il tempo che tolgo a mio figlio…

    Mi piace

  3. @Carrie se fossimo più vicine un'uscita insieme sarebbe d'obbligo 🙂

    @mondo di alice anche a me piacerebbe lavorare meno (6 ore al giorno sarebbero l'ideale) guadagnando uguale però. Alla fine siamo fuori tutto il giorno ma i soldi che guadagniamo li usiamo anche e soprattutto per i nostri figli, no? quindi niente sensi di colpa

    Mi piace

  4. Fino a tre mesi fa lavoravo full time e ho tre bimbi. Ora che ho ottenuto il part time di 6 ore, sono più contenta certo, perchè sto più con loro ma ho anche un po' di tempo per me… tra l'uscita dal lavoro e l'andare a recuperarli. Mi sono accorta , anzi ci siamo accorti io e mio marito che bastano due ore ogni tanto di tempo solo nostro che siamo più carichi calmi sereni e felici e più bendisposti a capricci e Co. Percio' via i sensi di colpa!!!

    Mi piace

  5. Sono d'accordo con te parola per parola!!!
    Divento pazza se non ho un po' di tempo solo per me e infatti da quest'anno belvetta sta a scuola fino alle quattro e io ho tempo sia per la casa che per me.
    Poi ogni tanto il senso di colpa ci scappa, ma è solo “ogni tanto” 😉

    Mi piace

  6. Innanzitutto benvenute a tris e a mammachetesta sul mio blog.

    @tris sei ore è davvero l'orario ideale di lavoro (soprattutto se si fatto spostamenti lunghi per raggiungere l'ufficio). Il fatto che tu riesca, con tre bambini, a ritagliare del tempo solo per te mi rincuora. Diciamo che apre uno spiraglio al discorso fratellino (però poi mi spieghi come si fa)

    @mammachetesta ogni tanto un po' di senso di colpa ci sta (però solo ogni tanto e solo un po'). Diciamo che provo a concentrarmi principalmente sugli aspetti positivi del rapporto madre figlio

    Mi piace

  7. mi piacerebbe essere una mamma come te, ogni tanto staccare la spina, avere un suo spazio, anche solo una mezza giornata dal parrucchiere tutta per te, non è una colpa… ma è una valvola di sfogo, per poter di nuovo ricaricare la spina… ti stimo sorella!!

    Mi piace

  8. ciao mi sono appena iscritta al tuo blog..
    bel post.. e ti capisco.. io ho 21 anni.. non sono mai stata una ragazza con la pappa pronta e ora che sono mamma ovviamente non lo sono nemmeno per sogno, capisco cosa vuol dire star a casa tre anni con i propri figli, io ho un bimbo di quasi due anni e il pensiero di dover star a casa finchè non va allasilo m sta uccidendo, ma non trovo nulla!!

    Mi piace

  9. @vany benvenuta nel mio blog. Ti faccio i complimenti per il coraggio di esser diventata mamma tanto giovane e sono sicura che sarai bravissima. dai speriamo che presto troverai un lavoro per uscire anche un po' dalla “mammitudine”

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...